Categories:

Vybarr Cregan-Reid, Il corpo dell’Antropocene. Come il mondo che abbiamo creato ci sta cambiando, Codice edizioni, 2020, CARTACEO €29,45

Negli ultimi duecento anni l’impatto dell’uomo sull’ambiente è stato tale da indurci a ribattezzare la nostra epoca Antropocene. Da una parte questo progresso ha portato degli indubbi e meravigliosi vantaggi: dalla medicina alla tecnologia; tuttavia c’è un rovescio della medaglia che non può più essere ignorato.

Il nostro corpo che si è evoluto e adattato in decine di migliaia di anni per cacciare, correre per chilometri, arrampicarsi e raccogliere (in una parola, per muoversi in continuazione), ora deve fare i conti con uno stile di vita sedentario che non permette nulla di tutto ciò.

Ecco allora che mal di schiena, miopia, obesità, diabete, ossa più sottili e muscoli più deboli sono i segnali inequivocabili di un cambiamento che sta già avvenendo, e non in meglio. Come noi cambiamo il mondo, anche il mondo cambia noi.

Vybarr Cregan-Reid descrive i rischi di questa discrepanza tra il nostro corpo e il mondo moderno in cui viviamo, ma offre anche una serie di suggerimenti per rimetterci sulla giusta strada.

Nel video sottostante filosofo ed evoluzionista Telmo Pievani ci parla di questo libro.

Marco Melis
sun-solarpunk
Guarda le altre proposte di letture a tema
Condividi il post

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *