Categories:

Idee per scrivere Solarpunk

Riprende, dopo la pausa estiva, la rubrica che raccoglie notizie da riviste e pubblicazioni scientifiche, idee a disposizione di chi vuole scrivere letteratura solarpunk, ma anche per chi ama la lettura e per chiunque si interessi a ciò che può cambiare in meglio il nostro futuro.

di Silvia Treves

Seta di ragno vegana compostabile a casa tua

Nel 2018 gli imballaggi sono stati responsabili di 156 milioni di tonnellate di rifiuti in plastica a livello globale. Entro il 2050 la domanda di cibo raddoppierà e con essa, la quantità di imballaggi e di rifiuti alimentari vegetali.

Attualmente esistono già plastiche a base vegetale che, però, possono essere compostate solo con processi industriali. Abbiamo bisogno di materiali ancora più sostenibili e compostabili a casa, anche nei paesi più poveri.

Ora i ricercatori dell’Università di Cambridge hanno trovato un modo per produrre plastica da proteine ​​vegetali. Il prodotto è un polimero biodegradabile e rinnovabile a cui sono state aggiunte nanoparticelle che gli conferiscono forza, durata e stabilità a lungo termine.

Lavorato in film flessibili, che a livello molecolare assomiglia alla seta di ragno, è stato battezzato “seta di ragno vegana“.

Partendo da materiali già sostenibili si risparmierebbe una quantità significativa di energia di produzione e verrebbe ridotta la quantità di plastica non compostabile che finisce nelle discariche.

Fonte: Agenda World Economic Forum

Mucche mangiaplastiche

I microorganismi presenti nello stomaco delle mucche riescono a digerire la plastica. Nei laboratori dell’Università di Vienna il liquido del rumine dei bovini è stato incubato con tre differenti tipi di poliesteri usati per tessuti, imballaggi, sacchetti compostabili e bottiglie (PET, PBAT e PEF). Tutte e tre le plastiche sono state decomposte, in forma di polveri più facilmente che non come pellicole. L’utilizzo del liquido del rumine è stato più efficace rispetto al test con singoli tipi di microorganismi, il che potrebbe indicare che la comunità microbica potrebbe avere un vantaggio sinergico: che la combinazione di enzimi, piuttosto che un particolare enzima, è ciò che fa la differenza.

I macelli possono fornire grandi quantità di liquido ruminale, ma lo studio è per ora su scala laboratoriale e le attrezzature di laboratorio sono al momento molto costose.

Fonte: Frontiers in Bioengineering and Biotechnology

solarpunk.it

Leggi gli altri post dei SEMI

Cos’è il solarpunk: leggi il manifesto

Blog: HOME

Condividi il post

Tags:

2 Responses

  1. […] “I macelli possono fornire grandi quantità di liquido ruminale, ma lo studio è per ora su scala laboratoriale e le attrezzature di laboratorio sono al momento molto costose.”

    Tutto molto bello ma sarebbe auspicabile anche una diminuzione dei macelli ormai troppo legati agli allevamenti intensivi.

    […] “si ricomincia insieme, tuttə: persone di qualsiasi colore, provenienza, condizioni fisiche, età, genere e identità sessuale, riunite in comunità paritarie. Animali umanə e non umanə. Creature: fauna, flora, terra.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *