Categories:

Idee per scrivere Solarpunk

Questa rubrica periodica raccoglie idee da riviste e pubblicazioni scientifiche, un archivio a disposizione di chi vuole scrivere letteratura solarpunk, ma anche semi per chi ama la lettura e per chiunque si interessi a ciò che può cambiare in meglio il nostro futuro.

di Silvia Treves

L’afflusso di profughi in fuga dall’Afghanistan ripropone paure spesso cavalcate dai politici occidentali: queste popolazioni in movimento potrebbero essere fonti di criminalità e di terrorismo (lo credono rispettivamente il 30% e quasi il 60% degli europei). Uno studio recente ha studiato il fenomeno assumendo il numero di rifugiati accolti da un paese come indice di “compassione” nazionale.
I ricercatori hanno confrontato la percentuale di rifugiati accolti nei paesi europei e del Nord America rispetto al numero totale di abitanti nel periodo 2014-2017.

I dati mostrano che i paesi europei più compassionevoli e accoglienti verso gli immigrati presentano valori annuali più bassi di omicidio per 100.00 abitanti; i paesi meno violenti sono risultati Germania, Malta e Svezia, che hanno accolto il maggior numero di rifugiati.

Al contrario, i paesi che hanno ricevuto meno rifugiati rispetto alla media presentano valori di omicidio più alti: più di due per Bielorussia, Estonia, Lettonia, Albania e Ungheria, più di cinque per Usa e Lituania e più di sei per l’Ucraina.

In parole povere, la compassione verso i rifugiati non è collegata a un maggior rischio di crimini violenti. Anzi, il rispetto per la vita del prossimo pare motivare sia la scarsa violenza verso i propri concittadini che l’ospitalità verso i rifugiati.

In conclusione, la compassione “paga”. Se accettassimo tutti questa evidenza, le profonde divisioni politiche che caratterizzano i dibattiti sui richiedenti asilo potrebbero essere attenuate.

Fonte: the conversation
solarpunk.it

Leggi gli altri post dei SEMI

Cos’è il solarpunk: leggi il manifesto

Blog: HOME

Condividi il post

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *