Categories:

Idee per scrivere Solarpunk

Questa rubrica raccoglie idee da riviste e pubblicazioni scientifiche, un archivio a disposizione di chi vuole scrivere letteratura solarpunk, ma anche semi per chi ama la lettura e per chiunque si interessi a ciò che può cambiare in meglio il nostro futuro.

di Silvia Treves

Le barriere coralline coprono lo 0,1% della superficie degli oceani, ma supportano oltre un quarto di tutte le specie marine, formando ambienti di altissima biodiversità. Inoltre, le barriere riducono l’energia delle onde del 97% e quindi proteggono le coste da tsunami ed erosione, prevenendo la perdita di vite umane e i danni alle proprietà.

Da decenni le barriere coralline sono in crisi a causa dell’aumento di temperatura (che provoca l’espulsione delle alghe unicellulari simbionti dei coralli) e dell’eccessiva acidificazione delle acque. Il risultato di uno studio molto accurato indica che, entro 50 anni, le barriere raggiungeranno il collasso. La finestra di azione per scongiurarne la perdita è il prossimo decennio, nel quale dovremo mantenere l’aumento di temperatura a 1,5°.

Come monitorare lo stato di salute o di degradazione delle singole barriere coralline, valutando così il successo dei processi di conservazione?

Esistono due tipi di sistemi, visivi e sonori, ed entrambi richiedono alta intensità di manodopera. I sistemi visivi sono anche ostacolati dal fatto che molte creature della barriera corallina si nascondono oppure sono attive di notte; i panorami sonori delle barriere sono molto complessi e impediscono l’utilizzo di singole registrazioni.

In un nuovo studio, ricercatori delle Università di Exeter e di Lancaster hanno addestrato una IA fornendole numerose registrazioni sonore di barriere coralline sane e degradate, e consentendole di apprendere la differenza. In seguito, la IA ha analizzato una serie di registrazioni nuove, rilevando schemi non apprezzabili dall’orecchio umano e identificando con successo la salute delle barriere coralline nel 92% dei casi.

Questo sistema ha risolto anche il problema di utilizzare ripetute immersioni di subacquei esperti, anche in località remote: installare un idrofono sottomarino sulla barriera è più sicuro e più economico.

Fonte : University of Exeter (GB), 27 maggio 2022 (in lingua inglese)

Per saperne di più sulle barriere coralline: Estinzione funzionale, il destino delle barriere coralline dell’Oceano Indiano, su Rinnovabili.it

Leggi gli altri post dei SEMI

Cos’è il solarpunk: leggi il manifesto

Blog: HOME

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Riceverai una mail mensile con:
riepilogo dei post del mese; info su appuntamenti e presentazioni; ultime uscite; un post dal nostro archivio; un editoriale della redazione.
Condividi il post

Comments are closed