Categories:

Una mostra organizzata da Extinction Rebellion Italia a Milano

In occasione delle conferenze YouthCOP e PreCOP26, a Milano, dal 27 settembre al 3 ottobre, Extinction Rebellion organizza una settimana di iniziative per coinvolgere la cittadinanza sul tema dell’emergenza climatica ed ecologica aumentandone la consapevolezza attraverso l’arte e cultura.

Negli spazi del Tempio del Futuro Perduto, in Via Luigi Nono, per tutta la settimana dalle 10:00 fino a sera, sarà possibile visitare la mostra “Come comunicare la crisi eco-climatica” con le opere selezionate dalla curatrice e critica contemporanea Gabi Scardi tra i 57 artisti internazionali, che hanno risposto alla call ideata e promossa da XR, con 150 opere, da ogni parte del mondo: Australia, Inghilterra, Scandinavia, Olanda, Germania, Polonia, Francia, Argentina, Italia, Brasile, Spagna, Israele, e altri.

L’iniziativa nasce in risposta e in opposizione alle conferenze YouthCOP e PreCOP che negli stessi giorni saranno ospitate a Milano, per predisporre la successiva COP26 di Glasgow.

La redazione di Solarpunk Italia in visita alla mostra: Giulia Abbate e Franco Ricciardiello con “Solarpunk” di Mariella Ferrari

Perché le 25 COP precedenti non hanno dimostrato alcuna voglia di agire davanti alla crisi in atto. Perché in 25 anni governi e media non hanno detto la verità, perché gli incontri dei grandi del mondo escludono la cittadinanza, opponendosi ad una sempre più necessaria democrazia partecipativa.

Tra le 33 opere selezionate c’è anche SOLARPUNK, acquerello di Mariella Ferrari, che contiene un breve testo di Franco Ricciardiello.

L’ingresso alla mostra è gratuito.

Mariella Ferrari, “Solarpunk”, acquerello e collage su carta
torna al blog
torna alla home page
Condividi il post

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *