Categories:

Condividiamo da Youtube una riflessione di Uno scrittore sul web (Pietro Giovani), da dove recuperiamo anche la breve biografia in calce al post; nel suo intervento parla in maniera comprensibile e divulgativa del solarpunk, con questo breve commento scritto di descrizione: “Tutti, bene o male, conoscono il cyberpunk. Sia per Blade Runner, per Cyberpunk 2077 o per i romanzi di William Gibson, bene o male tutti ne hanno almeno sentito parlare. Avete mai letto, però, il termine solarpunk? Si tratta di un genere molto recente, che ha ancora pochissimi rappresentanti nel mondo letterario e che si propone come alternativa ottimista, utopica al suo più noto zio grande, il cyberpunk, per l’appunto, con un’influenza dello steampunk.”

Pietro Giovani nasce a Genova il 08/01/1989. All’età di quindici anni scrive il suo primo romanzo, dal titolo I seguaci del male, pubblicato da La Lontra un anno più tardi, nel 2005. Segue, nel 2007, il racconto I gironi scolastici su Under 18, un’antologia per giovani autori. Per alcuni anni, scrive pubblicando solo racconti online ed entra a far parte di Razione ILZ, dove è sia autore che editor. La stessa redazione, nel 2015, pubblica Iliade Z, di cui l’autore scrive la parte di Ulisse. Nel 2017 apre il canale YouTube “Uno scrittore sul web” e, contestualmente, pubblica su Z di Zombie 2017 il racconto La stanza morta. Nel 2020 autopubblica, tramite ilmiolibro.it, La cavalcatrice di serpenti e Una porta su mille mondi. Sempre nel 2020, pubblica un racconto horror intitolato La nave dei folli con Delos Digital e il suo racconto Totem arriva finalista al premio Short-Kipple.

Condividi il post

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *